Napoli Calcioimmagine

15-04-2014 - 01:24

Fernandez a +N: "Maradona unico, no al paragone con Messi. In estate potevo partire"

Si chiude qui il live con le dichiarazioni di Federico Fernandez.




22.30 - "C'è sempre da migliorare, la Coppa Italia è rimasto l'obiettivo principale. Bisognerà restare concentrati, con la Fiorentina sarà una partita aperta".


22.30 - "Anche in Argentina la gente è calorosa, ma Napoli è speciale perchè in città c'è un'unica squadra. La città gira intorno al calcio, ad un compleanno incontrammo un prete che ci disse che se noi vinciamo la gente è felice".


22.26 - "Non ho mai giocato con Tevez in Nazionale, non so quale sia il rapporto della squadra con l'attaccante bianconero".


22.22 - "Ho origini campane. Mio nonno è di Lacedonia, comune in provincia di Avellino".


22.20 - "Il Napoli è una grande squadra, è normale che ogni estate vengano fatti nomi di giocatori importanti anche in difesa".


22.05 - "Prima di venire a Napoli conoscevo la storia di Maradona, poi ho parlato con Roberto Sosa che mi ha presentato la società e mi ha consigliato di accettare il trasferirmento. Per noi argentini Maradona è Maradona. Ora c'è Messi ma per me sono due giocatori completamente diversi, non possiamo paragonarli".


21.55 - "All'inizio della stagione facevamo tanti gol e in difesa sembravano non esserci problemi. Ieri abbiamo vinto 4 a 2, credo che il problema non sia di uomini ma di fase difensiva. La squadra difende in 11 ed attacca tanto. Lavoreremo per migliorare questo aspetto, a differenza nostra ci sono tante squadre italiane che si chiudono con una doppia linea e poi sono brave a ripartire". 


21.50 - "In estate sarei potuto partire, il mio desiderio era quello di giocare. Sono felice di esser rimasto, la mia volontà è sempre stata quella di dimostrare il mio valore qui a Napoli. Ora sto bene, ma bisogna lavorare per migliorare sempre".


21.40 - "Ogni allenatore ha le sue idee, le sue qualità. Benitez sta facendo molto bene, con lui mi sono trovato molto bene e spero di migliorare ed imparare ancora tanto da lui".


21.38 - "Con Benitez stiamo giocando diversamente rispetto a quando c'era Mazzarri. Prima giocavamo con la difesa a 3 ed ora a 4. A Benitez piace che noi difensori usciamo palla a piede, che la giriamo veloce per ispirare il centrocampista o l'attaccante con un suggerimento filtrante".


21.36 - "Quando sono arrivato a Napoli ero molto giovane, avevo tanto da imparare e dovevo ambientarmi in una squadra già collaudata. Il primo è stato un anno un pò così, nel secondo ho giocato poco e a gennaio ho fatto bene ad andare al Getafe perchè ho giocato tanto. Quest'anno ho avuto la fortuna di lavorare con gente come Albiol e Reina che mi aiutano tanto. E' importante sentire la fiducia di tutta la squadra".


21.35 - "Col Bayern ho disputato la prima partita in Champions nel primo anno al Napoli. Abbiamo perso  3 a 2 ma ho realizzato una doppietta indimenticabile, peccato non esser riusciti a pareggiare quella gara".


21.30 - "Higuain ha fatto tanti gol ma anche tanti assist, così come Mertens e Callejon. Tutti hanno fatto un grandissimo campionato".


21.26 - "Speriamo che un mio gol possa arrivare già ad Udine".


21.15 - E' iniziata una nuova puntata di 'In casa Napoli'. Ecco le prime parole di Federico Fernandez: "Coppa Italia? Giocare la finale è un privilegio, speriamo di vincerla. Mondiale? L'obiettivo è quello di arrivare fino in fondo"


21.10 - Tra qualche istante avrà inizio la trasmissione.




Commenti: Nessun commento presente.

Aggiungi commento:

Devi essere autenticato per inserire un commento